Cybersecurity e LiFi

Tecnologia Li-Fi vs Wi-FiIl Li-Fi, acronimo di Light Fidelity, è una tecnologia di comunicazione wireless che, a differenza del Wi-Fi, utilizza la luce visibile o non visibile (infrarosso) per trasmettere dati e informazioni.

Le comunicazioni LiFi sono più sicure di quelle radio perché la luce non può penetrare i muri e non crea generalmente interferenze in ambienti sensibili dal punto di vista elettromagnetico.

 

Perché il LiFi è più sicuro?

Poiché utilizza le onde luminose per trasmettere i dati, non può essere intercettato dalle tradizionali tecniche di hacking basate sulle radiofrequenze, come lo “sniffing” del Wi-Fi. Questo rende il LiFi più sicuro del Wi-Fi (scopri le differenze), che può essere più vulnerabile alle intercettazioni e all’hacking nel caso, ad esempio, del cosiddetto “man in the middle”. I segnali LiFi non penetrano i muri o altre barriere fisiche, rimangono confinati all’interno degli ambienti indoor rendendo più difficile per gli hacker intercettare il segnale da lontano. Qualora un hacker volesse attaccare la rete, infatti, dovrebbe posizionare un ricevitore all’interno della linea di vista del trasmettitore LiFi.

 

Il LiFi alleato per la sicurezza

Per ridurre al minimo i rischi di sicurezza, oltre all’utilizzo della tecnologia LiFi, è possibile adottare una serie di misure. Ad esempio, è possibile utilizzare la crittografia per proteggere i dati trasmessi tramite LiFi. In questo modo si possono evitare le intercettazioni e garantire la riservatezza dei dati.

 

Come per ogni tecnologia, è importante adottare misure di sicurezza adeguate per proteggersi dalle potenziali minacce.

 

Vorresti maggiori informazioni o un preventivo? Scrivici qui.