Musei e Innovazione: arriva il LiFi al Museo di Altamura

I beni culturali incanalati nel virtuale. Nuovo capitolo hi-tech nelle pagine della fruizione del Museo Nazionale Archeologico di Altamura, una rivoluzione culturale che punta sull’innovazione e sulla bellezza.

Gli effetti della pandemia si sono riversati anche in ambito museale, modificando necessità e modalità di fruizione di mostre e percorsi di visita. Le chiusure forzate e le restrizioni hanno favorito la nascita di una serie di iniziative e soluzioni alternative che hanno innovato, anche tramite l’impiego di strumenti digitali, il tradizionale approccio agli spazi culturali.

Nell’ambito del progetto Wi-Fi Italia, in collaborazione con Infratel Italia, abbiamo avviato un progetto per promuovere l’accessibilità e la valorizzazione del patrimonio archeologico attraverso la tecnologia Li-Fi G, che consente la trasmissione di dati e informazioni tramite luce a LED.

Il progetto

Lavorare al Museo Nazionale Archeologico di Altamura ci ha insegnato che ogni epoca ed ogni cultura si rispecchia in un’ideale di bellezza. Attraverso la tecnologia Li-Fi abbiamo potuto creare un percorso che accompagnerà i visitatori lungo una storia fatta di forme, principi, sensazioni e non solo fatti.

Basterà inquadrare il QR Code per scaricare l’App LiFi Art e iniziare l’esperienza virtuale, in prossimità delle LiFi Zone, tra le vetrine del primo piano del Museo. A raccontare di questo viaggio tra i percorsi più intimi e sensoriali del mondo antico, ci sarà MuAlt, una guida virtuale.

Al Museo di Altamura vi aspetta una nuova ed innovativa esperienza di visita, capace di favorire l’accessibilità e di stimolare la fantasia dei piccoli visitatori.

****

Per scoprire di più sulla tecnologia Li-Fi, leggi qui.

Se sei interessato ad avere maggiori informazioni sulle nostre soluzioni, contattaci.